I giornalisti sono pigri. Ma anche Greenwald non scherza
"Quattro malviventi"

Il tenero Claudio e le dame (finte) bionde

Non ci siamo ancora ripresi dalle intercettazioni pubblicate ieri sul Corriere della Sera - dove lady Matacena racconta divertita a un amico di aver fatto  tornare un aereo privato all'aeroporto fingendo una crisi isterica per malattia figlio,  lasciando Scajola solo ad affrontare un appuntamento con i libanesi ("una cosa fissata da 25 giorni", dice sconsolato e solo l'ex ministro) - che oggi ci viene rivelata l'esistenza di una nuova dama (finta) bionda.  Questa volta il tenero Claudio ci guadagna un'ultima cena  prima dell'arresto in camera - "scaloppine al limone", almeno non sono broccoli - e poi tutti a dormire (in camere separate).  Vien da credere che in realtà Scajola sia un personaggio di un film dei Vanzina (un misto tra "Vacanze a Montecarlo" e "Quando il marito è latitante a Dubai"). E che davvero il famoso appartamento vista Colosseo sia stato comperato "a sua insaputa". Magari da una  dama (finta) bionda.

Corriere della Sera, Dagospia

Commenti