Previous month:
settembre 2013
Next month:
novembre 2013

ottobre 2013

Fabio Rainieri, lo Scajola di Facebook

Rainieri-Facebook

 

«Non seguo personalmente la mia pagina Facebook anzi, io quella foto non l’ho nemmeno vista. Non appena mi hanno avvisato che era stata pubblicata sul mio profilo l’ho immediatamente fatta togliere. Io sono in profondo disaccordo con le posizioni politiche del ministro Kyenge, ma la mia è esclusivamente una polemica politica e non personale. Non condivido cose di questo tipo e, infatti, ho immediatamente fatto togliere la foto dal profilo non appena l’ho saputo».

Questa è l'incredibile spiegazione data dall'ex parlamentare della Lega Nord Fabio Rainieri all'Ansa per giustificare la foto, pubblicata sulla sua pagina Facebook personale,  di una donna di colore  seduta ai banchi del Parlamento riservati ai ministri (chiaramente un fotomontaggio su un'immagine di  Cécile Kyenge), con la testa di una scimmia al posto della faccia e con la scritta «Indovina chi è?».  

Ansa,  Il Fatto Quotidiano


La corazzata Potëmkin

«Alcuni dissensi, anche nella maggioranza, ci stanno. Il dialogo c’è e va bene, non siamo mica la corazzata Potëmkin».

Dichiarazione del sindaco di Parma Federico Pizzarotti che ieri ha cercato di sdrammatizzare alcuni dissensi all'interno del gruppo consiliare del M5S. Io però mi chiedo cosa c'entri corazzata Potëmkin. Sarà un montaggio alla Ejzenštejn.

Repubblica Parma

 


Memo per Minniti

Il direttore della NSA, generale Keith B. Alexander, ha  negato che aver fatto pesca a strascico di telefonate all'estero. Però non ha negato di aver utilizzato i metadati. E ha detto che i dati raccolti in Francia, Spagna e Italia sono stati almeno in parte forniti dai servizi di quei paesi.

General Alexander said news media reports that the N.S.A. had vacuumed up tens of millions of telephone calls in France, Italy and Spain were “completely false.” That data, he said, is at least partly collected by the intelligence services of those countries and provided to the N.S.A.

Magari una domandina ai nostri servizi su questo ultimo aspetto l'onorevole Minniti potrebbe farla. Non mi arrischio a fare la stessa domanda al presidente del Copasir, onorevole Giacomo Stucchi,  perché non parlo il bergamasco.

New York Times

 


Sacconi e l'annoso problema del nichilismo

«E' necessario chiarire la base etica del centrodestra italiano alla luce delle posizioni nichiliste espresse da alcuni tra i più determinati sostenitori della nuova Forza Italia».

Dichiarazione di Maurizio Sacconi,  da alcuni anni liememente ossessionato dal nichilismo, durante l’annuale incontro a Norcia tra laici e credenti promosso dalla Fondazione Magna Carta. Ormai mi aspetto che Sacconi dia la colpa a Eraclito e  al  πάντα ῥεῖ‎  quando non gli danno la precedenza in auto. 

Ansa


Brunetta e le incolori verdi idee che dormono furiosamente

«La macchina da guerra comunista è diventata prima la "gioiosa macchina da guerra" progressista di Occhetto, e oggi la "comica macchina da guerra", condotta dai Benigni, dai Crozza, dai Fazio, dalle Littizzetto. Una casamatta che si è posizionata come una sanguisuga nella Rai. Smontiamo la casamatta. Basta con le rendite parassitarie che ammazzano il profitto della libertà».

A volte mi chiedo se  Renato Brunetta prepari le sue dichiarazioni estraendo  le parole a caso dal sacco della tombola. Ma probabilmente  un generatore casuale di frasi di Brunetta  non raggiungerebbe questi geniali effetti comici. In ogni caso «profitto della libertà» è un bellissimo cadavre exquis

Ansa


Con quello che costano i fagiolini, poi.

«Stiamo valutando se procedere con un'azione penale o con una citazione civile. Non abbiamo ancora deciso. E qualunque anticipazione sarebbe al momento prematura. La cifra di 10 milioni di euro è stata indicata dalla nostra cliente. Non è assolutamente una cifra esagerata. È una richiesta come tante. Sarà il giudice, alla fine, a decidere».

Intervista a Repubblica di Paola Rubini, avvocato dello studio legale Ghedini-Longo, scelto dalla fidanzata di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale, per difendere la propria immagine dopo le dichiarazioni di Michelle Bonev durante Servizio Pubblico di giovedì scorso.

Ansa


Sic transit gloria Empy

«In Europa e nel Ppe chi vi parla è considerato colui che ha salvato l’Italia e l’Eurozona. In Italia chi vi parla, perché così vuole coltivare la sua immagine chi non mi ama [forse se diceva Gasparri era tutto più semplice, ndr], è colui che in uno studio televisivo si è trovato tra le braccia, di sorpresa, in maniera poco corretta, ad opera di una sua collega – collega è dire molto [Daria Bignardi, ndr] – un cagnolino [Empy, ndr]». 

Mario Monti intervistato da Lucia Annunziata in InMezz'ora. Il professore ancora una volta dimostra di aver imparato la lezione dell'imperituro libro di Max Scheler sul risentimento nell'edificazione della morale.

Ansa