Con quello che costano i fagiolini, poi.
Riflessioni davvero molto profonde

Brunetta e le incolori verdi idee che dormono furiosamente

«La macchina da guerra comunista è diventata prima la "gioiosa macchina da guerra" progressista di Occhetto, e oggi la "comica macchina da guerra", condotta dai Benigni, dai Crozza, dai Fazio, dalle Littizzetto. Una casamatta che si è posizionata come una sanguisuga nella Rai. Smontiamo la casamatta. Basta con le rendite parassitarie che ammazzano il profitto della libertà».

A volte mi chiedo se  Renato Brunetta prepari le sue dichiarazioni estraendo  le parole a caso dal sacco della tombola. Ma probabilmente  un generatore casuale di frasi di Brunetta  non raggiungerebbe questi geniali effetti comici. In ogni caso «profitto della libertà» è un bellissimo cadavre exquis

Ansa

Commenti