Cose accademiche che rimbalzano in modo bizzarro
La Farnesina dei carini

Una parola al giorno

Della polemica tra Matteo Renzi e il cardinal Betori sul presunto degrado morale di Firenze  rimarrà una sola cosa - data l'impossibilità di un nuovo sindaco di Firenze moralizzatore,  del PDL, ciellino e amico di Denis Verdini, una cosa che va contro la logica classica e il tertium non datur - cioè l'uso da parte di Renzi dell'aggettivo «ultroneo».

"Non sono così ingenuo da non pensare che - ha proseguito il sindaco di Firenze - nel linguaggio della Chiesa ruiniana, nella scuola della vecchia Conferenza episcopale italiana, un'omelia così dura nel giorno del patrono non abbia un significato ultroneo, e lo rispetto - ha aggiunto Renzi - è giusto che si descriva Firenze come una città in cui la mission è trasgredire, che vive in una sorta di squallore? Si sono dette nell'omelia di San Giovanni parole molto dure. Ma dico che Firenze - ha dichiarato Renzi - è diversa da come è stata rappresentata in questi giorni".

Così Renzi ha vinto l'internet e sìè guadagnato il mio voto alle primarie. A 'sto punto può pure indossare il chiodo di Fonzie tutti i giorni.

Treccani, La Nazione, paferrobyday

Commenti