Previous month:
luglio 2011
Next month:
settembre 2011

agosto 2011

Vorrei ricordarlo com'era

Da domani niente più sconti liberi sui libri in Italia, grazie alla legge che porta il nome di Ricardo Franco Levi. Il fatto è che io di Levi ho un altro ricordo: quando era il mio direttore all'«Indipendente» - vabbè, mica mi avevano assunto: era uno stage non retribuito - per esempio scriveva concettosi editoriali sulla svolta liberale che l'Italia non poteva più rinviare. Tanto concettosi e astrattamente nel giusto che poi il giornale andò in coma e per rianimarlo - con le solite flebo di non dico cosa - arrivò il dottor Feltri. Ecco, vorrei capire: Ricardo, cosa ti è successo?  Ti hanno fatto la cura Ludovico con un filmatino di Jack Lang che spiega l'eccezione culturale? Oppure hai capito di essere troppo avanti e che l'Italia non ti merita?

paferrobyday


Tout se tient

Mentre le bombe francesi aiutavano i ribelli  a vincere la battaglia contro Gheddafi, i fedeli del raìs spiavano gli oppositori su internet con tecnologia francese.

On the ground floor of a six-story building here, agents working for Moammar Gadhafi sat in an open room, spying on emails and chat messages with the help of technology Libya acquired from the West. The recently abandoned room is lined with posters and English-language training manuals stamped with the name Amesys, a unit of French technology firm Bull SA, which installed the monitoring center. A warning by the door bears the Amesys logo. The sign reads: "Help keep our classified business secret. Don't discuss classified information out of the HQ."

 

Wall Stret Journal


Totalino manovra

Ricapitolando: per non farmi pagare il contributo di solidarietà, mi levano - ai fini pensionistici - l'anno di militare. D'altronde qualcuno i sacrifici deve pur farli: io.

paferrobyday

ps.  Per fortuna durante l'anno di militare mi sono pure divertito: ho imparato a rilevare la presenza di raggi gamma -  grazie al dosimetro tattico - qualche secondo prima di cominciare a vomitare sangue sulla tavoletta degli indici di assorbimento. Poi, so cos'è la cloropicrina e  sono in grado di distinguere l'odore dell'iprite da quello di sorin e, nel caso, so somministrarmi un'iniezioni di atropina prima della paralisi spastica. E, naturalmente, so usare un chilum senza farmi beccare dall'ufficiale di picchetto. Son cose utili.


Come Edison

Ken Auletta su Steve Jobs

Steve Jobs could be arrogant and unpleasant, a brutal man a sane person would not want to work for. But the products he created will be his monuments. And so will the memory of how he created those products. Unlike those folks in Washington who dare not offend their favored constituencies—Republicans unwilling to raise taxes, Tea Party members who praise James Madison’s belief in small government but not his belief in checks and balances and compromise, Congressional Democrats unwilling to offend senior citizens or labor, a President unwilling to stick his neck out to endorse the work of the bipartisan budget-balancing commission he appointed—Steve Jobs has been a true leader. Like Edison, he’s been an inventor and a man who has changed our lives.

New Yorker


Romenesko va in pensione

Jim Romenesko, il più famoso media blogger USA e una delle colonne del Poynter Institute, va in pensione alla fine dell'anno. Continuerà a collaborare con il Poynter, ma non sarà più quella macchina da link che eravamo abituati tutti - tutti noi che seguiamo le vicende del giornalismo USA - a considerare come parte dello stato naturale delle cose.

Media Decoder (New York Times)


La terra trema e quello va in giro in bicicletta

Un commentore-blogger  conservative, Jim Hoft, se l'è presa con Barack Obama perché durante il terremoto stava andando in bicicletta con la famiglia. Immagino cosa avrebbe potuto scrivere se  Obama fosse caduta la catena. Questa è la morale che ne trae Stephen Stromberg

Hoft’s jab, anyway, magnifies two of the worst problems with political debate in America. First is pundits’ tendency to make literally everything into a partisan matter. If people are reading about it, they need to read about how the other guy is somehow implicated. Second is that, so often, the president’s critics — on left and right — commentate as though Obama has some sort of magic button available for use at his sole discretion that can fix the economy, lower gas prices, instantly vaporize Moammar Gaddafi, rig congressional votes and, perhaps, prevent earthquakes — if only the president weren’t too busy doing other things to use it!

Gateway Pundit, Washington Post


Taggami il calzino

I magazine USA hanno scoperto i mobile codes

[Glamour] the Condé Nast magazine is hoping that readers will use their cellphones to connect to additional digital content through mobile codes. For example, readers intrigued by the pop star Rihanna — and who want to know more — can use their phones to interact with a Facebook logo on the September cover issue and access a video of the singer answering questions about her life. Inside the issue, they can point their phones at more logos to learn about discounts, giveaways and other offers from the magazine and advertisers.

New York Times


Lavoratori di tutto il mondo, non stateli a sentire

Michael Lind, sul Financial Times, argomenta che le ricette liberal ("knowledge economy")  e conservatrici ("ownership society") non servono una cippa al lavoratore medio americano.

America’s struggling workforce faces mass unemployment, low pay, inadequate benefits and highly regressive taxation. The centre-right’s ownership society and the centre-left’s knowledge economy are irrelevant to these problems. It is an insult to tell struggling health aides and store clerks to supplement their income by investing in stocks. It is a cruel joke to tell most of them that they should go to college, become entrepreneurs and found start-ups.

Financial Times


Il manifesto del De la Poste

Luca Cordero di Montezemolo - parlando di sé in terza persona, vivacemente incalzato da Enrico Cisnetto in quel di Cortina - ha praticamente confermato la sua discesa in campo a capo del partito di chi "molto ha avuto".

"E' possibile un'offerta politica nuova da qui a un anno e mezzo, è possibile che alcune persone che hanno avuto molto decidano di impegnarsi in politica". 

Insomma, chi ha dato ha dato; chi ha avuto ha avuto e mo' costruiamose o' futuro.

AGI


Eterogenesi dei fini

Quella tessera del PCI  n. 2158861, anno 1947, la conservo ancora, assieme a tutte le altre della mia carriera comunista: ventiquattro tessere del PCI, fino al 1970, quando, proprio all'inizio dell'anno, vengo radiata per via dell'eresia del Manifesto. Decisivo è il voto della mia sezione, Ponte Milvio, che si pronuncia in seconda istanza, dopo che una prima volta ha rifiutato di ubbidire alle sollecitazioni della Commissione federale di controllo, ma alla fine si è dovuta piegare (e a quell'atto partecipa, curiosità della storia, anche Giuliano Ferrara).

La scoperta del mondo di Luciana Castellina

ps. l'autobiografia è bella soprattutto per la descrizione del mondo della buona borghesia romana e del milieu ebraico triestino che alla fine la Castellina lascia, iscrivendosi al Pci. E anche questa è una curiosità della storia.