Piccole rivoluzioni prima della rivoluzione
Così Mockridge non potrà più dire «Olbermann chi?»

Otto milioni di poveri (come l'anno scorso)

Tutti gli anni - quando esce il rapporto Istat sulla povertà - facciamo lo stesso titolo e diamo la colpa alla crisi incombente. «Otto milioni di poveri» come una volta «otto milioni di baionette». Peccato che da anni la povertà in Italia sia sostanzialmente stabile, anche se a livelli altissimi. Come nota il rapporto (qui il pdf)

La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l’11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti.

Sarebbe ora, forse, darsi da fare per ridurla in modo strutturale invece che dare la colpa alla congiuntura e aspettare che lo stellone italiano metta a posto le cose.  Invece probabilmente la manovra, per come è strutturata,  peggiorerà le cose.

Commenti