Questa donna è una miniera
Spigolature

Troopergate e il fantasma di Eagleton

Si tratta della storia di cui ho già parlato (quella che sembra una puntata di Beautiful in Alaska, con la Palin intenta a vendicarsi del marito cattivo della sorella) Imparate questa parola, perché diventerà familiare. Qui la ricostruzione molto completa della vicenda da parte di  ProPublica. E qui il solito insostituibile Edward Luce che in poche battute fa il resoconto dello sconcerto (ma anche dell'euforia)  che la candidatura della Palin ha provocato all'interno del GOP. C'è anche il fatto che il maritando ragazzo di Bristol (la figlia molto incinta) su MySpace si bullava di non voler bambini. Ma poi qualcuno ha emendato la pagina, come è successo alla voce Sarah Palin su Wikipedia. In ogni caso tutto si decide domani con il discorso di accettazione. Che dovrà essere maledettamente buono.

Most Republicans say they expect Ms Palin to deliver a rousing acceptance speech on Wednesday night that will squash doubts about her candidacy. But with some polls showing Barack Obama regaining a six to eight-point lead over Mr McCain following the Democratic party’s convention in Denver last week, there is also nervousness about the effects that a flat speech would have on the McCain campaign. On Tuesday InTrade, the online betting site that was a better predictor of the outcome in 2004 than the pollsters, opened a book on Ms Palin’s chances of surviving as Mr McCain’s running mate. It touched on 18 per cent, before dropping back to 11 per cent. Others whispered the name of Thomas Eagleton, who in 1972 dropped off George McGovern’s Democratic ticket following revelations that he had been undergoing psychiatric treatment.

ProPublica, Financial Times

Commenti