Next month:
luglio 2007

giugno 2007

The EDGE of competition

Quando Apple e AT&T corrono a spiegare che la rete EDGE - anche se troppo lenta per l'iPhone - è comunque il miglior compromesso possibile, c'è qualcosa che non va. O va a rilento. John Markoff sul NYT.  Per il lancio in Europa bisognerà, quindi, considerare il piano tariffario e il tipo di rete su cui funzionerà il telefonino delle meraviglie.
New York Times


We shall not be moved

Il vero frutto avvelenato dei  due mandati di amministrazione Bush - oltre all'Iraq - è  la nuova maggioranza conservatrice della Corte suprema che oggi con un tratto di penna ha cassato i piani per assicurare  la diversità etnica nelle classi di Lousville (in una contea dove c'era la segregazione razziale a scuola) e Seattle. Una mossa che - in nome della cecità rispetto alla razza:  principio sacrosanto, ma che andrebbe annacquato con un po' di buonsenso - potrebbe riportare a situazioni di segregazione razziale (classi di bianchi nei suburbs e classi di neri nelle inner cities). Una mossa che ha un enorme impatto simbolico perché corrode il significato di "Brown vs. Board of Education". Ora aspettiamoci il depotenziamento di "Roe vs. Wade". Qui il NYT, qui il WP e qui il LAT.
New York Times, Washington Post, Los Angeles Times


(Quasi) tutto quello che avreste voluto sapere sull'iPhone

L'imperdibile David Pogue sul NYT.
New York Times, ZetaVu
ps. Vittorio Zambardino - piuttosto acido con Apple, eppure un tempo  non fu così - si chiede come si possa fare informazione in Italia su un prodotto che arriverà tra mesi. Beh, una risposta semplice è questa: traducete gli articoli di Pogue che una prova sull'iPhone l'ha fatta ed è simpatico, bravo e competente. Poi ricordate che molto dell'eventuale successo del telefonino con la Mela dipenderà dal carrier scelto in Italia e, soprattutto, dal piano tarriffario e dalla velocità della Rete.


iPhone, le prime recensioni

Ecco le prime recensioni importanti sull'iPhone
1. David Pogue sul NYT (riassunto: gran telefono, la tastiera è un po' un problema). Qui il link al divertente video di Pogue (via Camillo)
2. Walt Mossberg sul WSJ (riassunto: gran telefono e grande "handheld device".  Anche la tastiera funziona, ma ci sono  problemi con la rete EDGE che è troppo lenta per iPhone. Meglio usarlo con una connessione wi-fi)
full disclosure. Sia Pogue che Mossberg hanno un debole per Apple.
Per chi non vuole perdere tempo a leggere e non ha problemi con l'inglese ecco il video di Mossberg

New York Times, Wall Street Journal


Me ne incarti uno

Se fate qualche confronto con le esosissime tariffe dati italiane, i costi dell'iPhone AT&T - 60 dollari al mese per 450 minuti di telefonate (senza scatto alla risposta) e traffico dati illimitato, ripeto: traffico dati illimitato - sono abbastanza bassi. Giuro che se riescono a tenere queste tariffe anche in Italia lo prenoto subito. Ma non succederà. Ti faranno scaricare 5 mega a  semestre  - poi si paga a consumo con la tariffa intergalattica  per Alfa Centauri -  e ti daranno 5000 SMS gratuiti. Ma da inviare solo  il  29 di febbraio degli anni non bisestili. Però noi abbiamo il garante. Negli USA ci pensa il mercato. Quello vero.
Melablog


Politica giudiziaria

Le battaglie per avere una maggioranza conservatrice alla Corte Suprema - uno degli obiettivi di lungo periodo del GOP, raggiunti durante l'amministrazione Bush - sta cominciando a dare frutti. Nelle  decisioni prese ieri, per esempio, i vantaggi per i repubblicani sono evidenti anche a un cieco o almeno  questo è il pensiero della   stampa USA (qui il LAT e qui il WP). Così il NYT scrive il solito editoriale di fuoco.
Los Angeles Times, Washington Post, New York Times