Curiosità

Giulia Maria e il quinto quarto

Ci fu un dramma incredibile la volta in cui pubblicammo il disegno di un bue con indicate le varie parti da mangiare. [Giulia Maria Crespi] mi chiamò: "Ma sei impazzito? Un bue sulla prima pagina del Corriere?".

Intervista di Silvia Truzzi a Piero Ottone in occasione dell'uscita di Novanta. (Quasi) un secolo per chiedersi chi siamo e dove andiamo noi italiani, il suo ultimo libro. Il povero bue  non era  fit to print per Giulia Maria.

il Fatto Quotidiano


Pirandelliano, direi

La storia del rapimento del ragionier Spinelli è stata raccontata in modo molto più verosimile da Pino Corrias nel suo Il contabile e le murene.  E  - anche per la presenza di una pattuglia di Olgettine alla Russ Meyer -  il finale è molto più televisivo. Qui - via IBS - il riassunto: 

Quattro giovani donne - Stella, Iris, Rosa e Marida - devono recuperare l'ultimo pagamento per una di quelle cene eleganti in villa, dal Presidente, che malauguratamente sono finite sui giornali, deflagrando in scandalo. Il Presidente è sparito dietro a telefonini che non squillano, a centralini che non sanno. Ma il contabile - il millimetrico ragionier Biassoni - c'è ancora. Sta nel suo ufficio a presidiare le buste con il contante e aspetta istruzioni. Anche se le istruzioni non arrivano. Le quattro giovani donne sanno nuotare velocemente nel mondo, quando serve, e stavolta serve. Di mestiere fanno le escort. Sanno essere molto gentili, se pagate. Altrimenti possono mordere, come fanno le murene. Specie se a imprigionarle è la vita, oppure il contabile che ha appena fatto l'errore di aprir loro la porta. 

Feltrinelli


Le parole sono importanti

«La Sacher Torte non è il mio dolce preferito, amo più di tutti il profiterole. Il fatto che la mia società si chiami Sacher Film è un puro caso, mi piaceva il suono della parola, l’alternativa era Water Polo, ovvero pallanuoto in inglese, essendo stato un giocatore professionista di pallanuoto, ma non mi piaceva».

Intervista di Nanni Moretti a Radio Centro Suono.

Ansa

 


Gianfranco Polillo of the week

«Gli esodati hanno firmato un accordo con le aziende; se cambiano le condizioni che hanno legittimato quell'accordo, secondo i principi generali dell’ordinamento giuridico, possono chiedere che quell'accordo sia nullo».

Dichiarazione del loquace sottosegretario dell'Economia - che sta ridefinendo il concetto di "mina vagante" - durante In Onda su La7.

Ansa